fbpx
Arancia: l’agrume per eccellenza!
Arancia: l’agrume per eccellenza!
Mangiare sano, qualunque sia lo stile alimentare, allunga la vita
Mangiare sano, qualunque sia lo stile alimentare, allunga la vita
Alimenti integrali: salute e gusto
Alimenti integrali: salute e gusto
30707016_10156301888199287_1493183837591568384_n
previous arrow
next arrow

COME COMPORTARSI A TAVOLA DURANTE LE FESTE…

Natale è alle porte e, come ogni anno, l’esperto in nutrizione si trova un pò a disagio nel raccomandare cautela nell’alimentazione natalizia. È ovvio che nessun specialista impedirà mai di mangiare in famiglia e, perchè no, di “sgarrare” rispetto al regime alimentare quotidiano. I dolci natalizi ed i piatti molto conditi e molto abbondanti sono una prerogativa di questo periodo e, probabilmente, rappresentano anche un aspetto senza il quale le feste sarebbero di diverso tono.

Sicuramente però risulta opportuno, specie se si sta seguendo un regime alimentare bilanciato, limitare tali “eccezioni” ai giorni di festività effettiva. Riscontro nei pazienti che il problema principale in tal senso, non è rappresentato tanto dai pasti previsti il 25 e il 31 dicembre o il 1 gennaio, quanto piuttosto i giorni compresi e successivi a questi.

In tal senso spesso ci si ritrova a consumare i cosiddetti “avanzi” delle giornate di festa e credo che il problema di più difficile gestione sia quello riguardante i dolci, specialmente per la persone che non sono abituate a consumarli. I dolci natalizi sono piuttosto grassi e, come è riscontrabile anche negli altri alimenti con tale caratteristica, sono poco sazianti, per cui ci espone ad un introito calorico nettamente superiore alle nostre abitudini. Ci si accorgerà, ahimè, che non è poi così difficile raggiungere quelle calorie sufficienti a farci ingrassare di qualche chilogrammo. Al contrario, sarà ben più difficile smaltire il grasso accumulato.

Raccomando attenzione, quindi, specialmente per quel che riguarda il consumo di dolci nei giorni compresi tra le giornate di festività ed eliminare, ovviamente gli eccessi di alimenti eccessivamente conditi e grassi. La verdura, al contrario, dovrà essere aumentata, in particolar modo nei giorni seguenti alle “grandi abbuffate” e, mi raccomando, si dovrà aumentare l’attività fisica.

Lascia un commento