fbpx
Arancia: l’agrume per eccellenza!
Arancia: l’agrume per eccellenza!
Mangiare sano, qualunque sia lo stile alimentare, allunga la vita
Mangiare sano, qualunque sia lo stile alimentare, allunga la vita
Alimenti integrali: salute e gusto
Alimenti integrali: salute e gusto
30707016_10156301888199287_1493183837591568384_n
previous arrow
next arrow

PEPERONCINO, SEDANO, PAPAYA E CAFFÈ… I “BRUCIA CALORIE”

Cibi leggeri che in più fanno “bruciare” calorie. È l’identikit perfetto di alcuni alimenti che dovrebbero trovar posto sulle tavole di chi vuol perdere peso. Peperoncino, sedano, caffè, papaya, sono solo alcuni di questi cibi con poche calorie che favoriscono il metabolismo.

Il peperoncino, o meglio: la capsaicina, il suo principio attivo, è stato il protagonista di diverse ricerche scientifiche che ne hanno testimoniato i benefici. Ad esempio uno studio pubblicato pochi anni fa su Physiology & Behavior ha dimostrato come il piccolo ortaggio piccante avesse un effetto blocca-appetito e “brucia-calorie“: contrasta i morsi della fame e aiuta l’organismo a ottimizzare la digestione.

Sempre tra gli ortaggi, come non citare asparagi, sedano, cavolfiori e pomodori? Gli asparagi hanno un importante effetto depurativo e contengono solo 20 calorie per 100 grammi. Il sedano, così come il cetriolo, è formato soprattutto da acqua e dunque ha un apporto irrisorio di calorie. Poche calorie anche per pomodori, ricchi invece di antiossidanti come il licopene, e per il cavolfiore, che dà un senso di sazietà ma è molto leggero.

Perché questi ortaggi avrebbero anche un effetto “brucia calorie” oltre a essere ipocalorici?

Perchè sono ricchi di fibre, acqua e nutrienti che accelerano il metabolismo basale in quanto richiedono un maggiore consumo di energia da parte dell’organismo umano per essere digeriti.

E la frutta?

Papaya e mele, innanzitutto. Il frutto esotico, ricco di vitamina C, stimola il metabolismo e favorisce l’eliminazione dei materiali di scarto mentre le mele verdi hanno delle fibre che aiutano a contrastare l’aumento di peso. Una ricerca della Washington State University ha dimostrato che le Granny Smith, mele verdi e croccanti, sono dotate di alcuni composti con proprietà anti-obesità.

Alcuni cibi stimolano di più il metabolismo

Fin qui sembrerebbe una dieta per vegetariani, ma ecco la carne bianca. Pollo e tacchino hanno poche calorie e, dal momento che sono ricche di proteine, spingono l’organismo a produrre e bruciare più energia. È il fenomeno della cosiddetta Azione dinamico specifica (Ads) degli alimenti.

Che significa? Significa appunto che alcuni alimenti hanno una composizione tale che per essere digeriti e poi assorbiti dall’organismo attivano reazioni metaboliche più complesse che aumentano il dispendio energetico. In particolare i cibi ricchi di proteine, come carne, pesce eccetera, stimolano maggiormente il metabolismo basale, molto più dei carboidrati e dei grassi.

Infine il caffè, ma senza esagerare. Amaro, il caffè ha un apporto calorico quasi nullo con il vantaggio di accelerare il metabolismo e la combustione dei grassi.

Ci sono altri alimenti con questo stesso effetto “brucia calorie”?

Sicuramente penso all’alimento brucia grassi più conosciuto cioè l’ananas che aiuta la digestione e ha effetto depurativo. Poi c’è il tè verde che è ricco di antiossidanti naturali che, oltre a proteggere le cellule dall’invecchiamento, accelerano il metabolismo. Infine anche il salmone fresco: oltre a bruciare calorie è anche ricco di grassi omega 3.

Lascia un commento