fbpx
Anguria, preziosa riserva d’acqua!
Più si riduce il sale e più cala il mal di testa
Fagioli freschi d’estate
Arrow
Arrow
Slider

Anguria, preziosa riserva d’acqua!

L’estate ci porta molti regali a livello di cibi e alimenti, tra i frutti c’è un esplosione di colori e dolcezza oltre che una riserva di preziosa acqua che attraverso il consumo dei frutti possiamo incamerare in maniera spontanea e naturale aiutando l’organismo a superare il caldo e l’umidità.
Grazie alla sua forma singolare e “importante” l’anguria o cocomero colpisce in maniera particolarmente incisiva, si tratta di un voluminoso frutto estivo che appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee e che viene coltivato quasi ovunque se si eccettuano le zone montane e fredde.

Si consiglia di consumarlo in abbondanza, ma con l’accortezza di mangiarlo da solo lontano dai pasti come integrazione e fonte intelligente di reidratazione.
L’unico piccolo fastidio nel trasformare un cocomero in un piatto finito è eliminare i semi neri di per se ricchi di elementi preziosi e da recuperare quando possibile (per cui se ne ingerite alcuni non preoccupatevi più di tanto).

L’anguria detiene due salutari primati: è il frutto più ricco d’acqua (93,5%) ed è del tutto privo di grassi. Apporta piccole ma importanti quantità di vitamina A e C, utili durante il gran caldo. Inoltre, è uno dei pochi cibi dov’è reperibile il licopene, potente antiossidante. Il tenore di zucchero + basso: il gusto dolce deriva in gran parte dalla presenza di sostanze molto aromatiche.

Lascia un commento