fbpx
Arancia: l’agrume per eccellenza!
Arancia: l’agrume per eccellenza!
Mangiare sano, qualunque sia lo stile alimentare, allunga la vita
Mangiare sano, qualunque sia lo stile alimentare, allunga la vita
Alimenti integrali: salute e gusto
Alimenti integrali: salute e gusto
30707016_10156301888199287_1493183837591568384_n
previous arrow
next arrow

MESOTERAPIA

 

La mesoterapia è l’iniezione intradermica distrettuale di un insieme di farmaci in piccole dosi su di una determinata zona della cute, attraverso aghi sottili lunghi più o meno 4 mm applicati a multiniettori che possono avere da 3 a 18 aghi. 


Lo scopo di questa terapia è favorire l’eliminazione dei liquidi in eccesso, disintossicare l’organismo e migliorare tonicità ed elasticità della cute.

L’azione delle iniezioni in mesoterapia, è infatti di tipo antinfiammatorio, vascolare e lipolitico.

 

PER QUALI PATOLOGIE È UTILE LA MESOTERAPIA  

La mesoterapia è indicata per il trattamento delle seguenti patologie:

 

QUALI FARMACI VENGONO INIETTATI NELLA MESOTERAPIA

 

I farmaci da utilizzare, che variano a secondo del tipo di patologia che si desidera trattare, sono rivitalizzanti cutanei, capillaro-protettivi, antinfiammatori, antiedemigeni, ecc.

Tali sostanze vengono diluite in soluzione fisiologica con piccole quantità di anestetici, e vengono iniettate a livello dermico superficiale e non ai livelli più profondi.

 

COME AVVIENE IL TRATTAMENTO

 

Prima del trattamento mesoterapico è necessaria una diagnosi accurata per verificare che la paziente non soffra di allergie più o meno gravi.

Prima di un ciclo di Mesoterapia viene infatti sempre effettuato un test cutaneo di sensibilità alle sostanze utilizzate.


I farmaci vengono iniettati a piccole dosi sotto la pelle, mediante multiniettori che contengono da 3 a 18 aghi sottili, lunghi più o meno 4 mm.


Non occorre praticare anestesia in quanto la mesoterapia è indolore (ai farmaci iniettati vengono aggiunte piccole quantità di anestetici).


Nella zona trattata comparirà il pomfo (piccoli ematomi) che tenderà a riassorbirsi.

 

QUANTO DURA UN CICLO DI MESOTERAPIA

 

Solitamente un ciclo di mesoterapia comprende da 8 a 15 sedute con frequenza settimanale, e successivamente da una di mantenimento mensile per stabilizzare i risultati ottenuti.

Il ciclo di cura può essere associato al linfodrenaggio e ai trattamenti laser.

 

 

MESOTERAPIA E CELLULITE

 

La mesoterapia è spesso utilizzata, quale valida terapia, per il trattamento della cellulite, in quanto la mesoterapia antilipodistrofica ripristina un buon circolo emo-linfatico e migliora le condizioni del tessuto alterato.

 

TERAPIE COMPLEMENTARI ALLA MESOTERAPIA 

Di seguito elenchiamo alcune terapie complementari per ottimizzare i risultati della mesoterapia:

·        bendaggi; 

·        fanghi termali; 

  • massaggio linfrodenante;
  • presso terapia;
  • idromassaggio;
  • dermocelluterapia;
  • liposuzione-lipoaspirazione (tecnica chirurgica);
  • trattamenti laser;
  • linfodrenaggio.

 

Possono essere prescritti inoltre dal medico farmaci per via orale che agiscano sulla circolazione veno-capillare e linfatica, e inoltre l’utilizzo di emulsioni, gel o creme riducenti e snellenti. 

La mesoterapia è l’iniezione intradermica distrettuale di un insieme di farmaci in piccole dosi su di una determinata zona della cute, attraverso aghi sottili lunghi più o meno 4 mm applicati a multiniettori che possono avere da 3 a 18 aghi.

Lo scopo di questa terapia è favorire l’eliminazione dei liquidi in eccesso, disintossicare l’organismo e migliorare tonicità ed elasticità della cute.

L’azione delle iniezioni in mesoterapia, è infatti di tipo antinfiammatorio, vascolare e lipolitico.

PER QUALI PATOLOGIE È UTILE LA MESOTERAPIA
La mesoterapia è indicata per il trattamento delle seguenti patologie: 

  • adiposità locali e cellulite o pannicolopatia edemato-fibrosclerotica (PEFS);


  • biostimolazione e ringiovanimento cutaneo del volto;


  • alcune patologie dermatologiche;


  • riabilitazione motoria;


  • insufficienza veno-linfatica;


  • piccola traumatologia da sport;


  • osteo-artro-reumopatie;


  • adiposità distrettuali.

QUALI FARMACI VENGONO INIETTATI NELLA MESOTERAPIA
I farmaci da utilizzare, che variano a secondo del tipo di patologia che si desidera trattare, sono rivitalizzanti cutanei, capillaro-protettivi, antinfiammatori, antiedemigeni, ecc.

Tali sostanze vengono diluite in soluzione fisiologica con piccole quantità di anestetici, e vengono iniettate a livello dermico superficiale e non ai livelli più profondi.

COME AVVIENE IL TRATTAMENTO
Prima del trattamento mesoterapico è necessaria una diagnosi accurata per verificare che la paziente non soffra di allergie più o meno gravi.

Prima di un ciclo di Mesoterapia viene infatti sempre effettuato un test cutaneo di sensibilità alle sostanze utilizzate.

I farmaci vengono iniettati a piccole dosi sotto la pelle, mediante multiniettori che contengono da 3 a 18 aghi sottili, lunghi più o meno 4 mm.

Non occorre praticare anestesia in quanto la mesoterapia è indolore (ai farmaci iniettati vengono aggiunte piccole quantità di anestetici).

Nella zona trattata comparirà il pomfo (piccoli ematomi) che tenderà a riassorbirsi.

QUANTO DURA UN CICLO DI MESOTERAPIA
Solitamente un ciclo di mesoterapia comprende da 8 a 15 sedute con frequenza settimanale, e successivamente da una di mantenimento mensile per stabilizzare i risultati ottenuti.

Il ciclo di cura può essere associato al linfodrenaggio e ai trattamenti laser.

MESOTERAPIA E CELLULITE
La mesoterapia è spesso utilizzata, quale valida terapia, per il trattamento della cellulite, in quanto la mesoterapia antilipodistrofica ripristina un buon circolo emo-linfatico e migliora le condizioni del tessuto alterato.

TERAPIE COMPLEMENTARI ALLA MESOTERAPIA
Di seguito elenchiamo alcune terapie complementari per ottimizzare i risultati della mesoterapia: 

  • bendaggi;


  • fanghi termali;


  • massaggio linfrodenante;


  • presso terapia;


  • idromassaggio;


  • dermocelluterapia;


  • liposuzione-lipoaspirazione (tecnica chirurgica);


  • trattamenti laser;


  • linfodrenaggio.

Possono essere prescritti inoltre dal medico farmaci per via orale che agiscano sulla circolazione veno-capillare e linfatica, e inoltre l’utilizzo di emulsioni, gel o creme riducenti e snellenti.

Lascia un commento