fbpx
Arancia: l’agrume per eccellenza!
Arancia: l’agrume per eccellenza!
Mangiare sano, qualunque sia lo stile alimentare, allunga la vita
Mangiare sano, qualunque sia lo stile alimentare, allunga la vita
Alimenti integrali: salute e gusto
Alimenti integrali: salute e gusto
30707016_10156301888199287_1493183837591568384_n
previous arrow
next arrow

DIETA E COLESTEROLO

Il colesterolo è un grasso importantissimo per l’organismo e proprio in virtù di questo suo ruolo metabolico di primo piano sarebbe impossibile farne a meno. Per distribuirsi ai vari tessuti il colesterolo circola nel sangue legato a diverse proteine con densità differente, quello legato alle HDL viene chiamato colesterolo buono, mentre quello legato alle LDL è conosciuto come colesterolo cattivo.

Il colesterolo cattivo presente in eccesso tende a depositarsi sulle pareti interne delle arterie formando a lungo andare delle placche che ostacolano in maniera più o meno importante il flusso sanguigno. L’effetto negativo del colesterolo LDL è controbilanciato da quello buono o HDL, vero e proprio spazzino che ripulisce le arterie impedendo che si formino depositi.

Non si tratterà quindi di ridurre semplicemente il colesterolo totale ma di migliorare il rapporto tra colesterolo buono HDL e colesterolo cattivo LDL.

VALORI DI RIFERIMENTO DEL COLESTEROLO PER LA POPOLAZIONE SANA

  • colesterolo totale: inferiore a 200 mg/dl;


  • colesterolo buono (HDL): maggiore di 40 mg/dl;


  • trigliceridemia: compresa tra 50 e 170 mg/dl;


  • colesterolo cattivo (LDL): inferiore a 160 mg/dl.

heart-healthy-diets-getting-started-on-a-lowfat-diet-21544114La dieta, e più in generale lo stile di vita, sono in grado di incidere positivamente o negativamente sui livelli di colesterolo nel sangue.

Per questo è importante: 

  • limitare il consumo di grassi in generale;


  • sostituire i grassi saturi (burro, formaggi, carne grassa, insaccati) con quelli polinsaturi (olio di semi) e monoinsaturi (olio di oliva);


  • aumentare il consumo di frutta, verdura e legumi;


  • limitare il consumo di dolci;


  • limitare il consumo di alcol.

È inoltre opportuno svolgere regolare attività fisica, abolire il fumo, tenere sotto controllo la pressione arteriosa, e dimagrire se si è in sovrappeso.

L’Indice di Rischio Cardiovascolare (IRC) è dato da:

IRC = Colesterolo totale / HDL

dovrebbe essere sempre inferiore a 5 per l’uomo e a 4,5 per la donna.

RISCHIO CARDIOVASCOLARE

COLESTEROLO LDL

COLESTEROLO HDL

TRIGLICERIDI

Alto

≥ 130

≤ 35 M    ≤ 45 F

≥ 400

Medio

100-129

35-45

200-399

Basso

100

> 35 M    > 45 F

 

 

Alimenti consentiti e da evitare in caso di ipercolesterolemia


ALIMENTI

DA EVITARE

ALIMENTI CONSENTITI

(con moderazione)

ALIMENTI CONSENTITI

(senza limitazione) 

Burro, margarina, uova, vino, crackers, grissini, cioccolata al latte, frutta secca, prosciutto, salame, maiale, cervello e fegato di bovino, anguilla, tonno sott’olio, salmone affumicato, sgombro, parmigiano, belpaese, caciotta, fontina, emmenthal, groviera, pecorino, provolone, formaggino, stracchino, gorgonzola, mascarpone, superalcolici.

Corn flakes, fette biscottate, farina di mais, fiocchi di avena, pane, pane integrale, pasta, riso, marmellata, miele, zucchero, patate, banane, cachi, mandarini, fichi, uva, bresaola, prosciutto senza grasso, cavallo, vitello magro, coniglio magro, petto di pollo, maiale magro, petto di tacchino, manzo magro, coscia di pollo, alici, aragosta, dentice, orata, sogliola, merluzzo, palombo, trota, sarda, triglia, tonno al naturale, latte e yogurt intero e scremato, mozzarella, ricotta, scamorza, olio di oliva, aperitivi analcolici, birra.

Asparagi, bietole, spinaci, carote, carciofi, cetrioli, cavolfiori, funghi, cipolla, verze, finocchi, zucchine, lattuga, pomodori, peperoni, ravanelli, sedani, fagioli, piselli freschi, fagioli e ceci secchi, albicocche, ananas, arance, ciliegie, fragole, pesche, cocomero, prugne, kiwi, limoni, pere, mele e pompelmi

Lascia un commento