fbpx
L’impatto della nutrizione di precisione sul diabete
L’impatto della nutrizione di precisione sul diabete
 Le raccomandazioni nutrizionali dell’American Heart Association
 Le raccomandazioni nutrizionali dell’American Heart Association
10 porzioni di frutta e verdura al giorno per allungare la vita
10 porzioni di frutta e verdura al giorno per allungare la vita
30707016_10156301888199287_1493183837591568384_n
previous arrow
next arrow

L’ACETO DI MELE

L’aceto di mele si ottiene dalla fermentazione acetica, ad opera di un ceppo di acetobacter, del sidro ottenuto a sua volta dal succo di mela fatto fermentare per 20-60 giorni. Quando, dopo alcuni mesi, il sidro fermentato raggiunge un tasso di acidità del 5% circa, può essere pastorizzato e imbottigliato, oppure lasciato maturare imbottigliato, oppure lasciato maturare in botti di legno, facendo così migliorare ulteriormente le sue caratteristiche. La possibilità o meno di un lungo invecchiamento dipende dalla qualità della materia prima, in modo particolare dal contenuto in zuccheri e dalla sanità dei frutti.

Alcune aziende, attente alla vitalità dei loro prodotti, evitano la pastorizzazione. Al momento dell’acquisto è utile leggere bene l’etichetta. In particolare, bisogna prestare attenzione che l’aceto sia stato ottenuto da mele intere e non da parti di mele (come torsoli e bucce), sottoprodotti di scarto dopo averne utilizzata la polpa per fabbricare succhi e omogeneizzati. È preferibile scegliere un aceto proveniente da mele di coltivazione biologica, in quanto prive di residui antiparassitari. Un buon aceto di mele deve avere un colore giallo miele o dorato, che può tendere al rosato. Per quanto riguarda le proprietà nutrizionali, l’aceto di mele apporta potassio, calcio, fosforo, cloro, magnesio, zolfo, ferro, fluoro, silicio, nonché vitamine B2 e B3.

Lascia un commento