fbpx
L’impatto della nutrizione di precisione sul diabete
L’impatto della nutrizione di precisione sul diabete
 Le raccomandazioni nutrizionali dell’American Heart Association
 Le raccomandazioni nutrizionali dell’American Heart Association
10 porzioni di frutta e verdura al giorno per allungare la vita
10 porzioni di frutta e verdura al giorno per allungare la vita
30707016_10156301888199287_1493183837591568384_n
previous arrow
next arrow

DIETA E ATEROSCLEROSI

L’aterosclerosi è una malattia infiammatoria cronica delle arterie di grande e medio calibro che si instaura a causa dei fattori di rischio cardiovascolare.

L’aterosclerosi è una malattia subdola che inizia in giovane età e progredisce lentamente fino ad esordire con manifestazioni cliniche spesso severe.

L’evoluzione della malattia è legata ad una lunga lista di fattori modificabili (fumo, dieta, sedentarietà, diabete, ipertensione, infezioni virali, sovrappeso) e non (sesso, età e familiarità per la patologia).

La correzione dei fattori di rischio modificabili e il cambiamento dello stile di vita costituiscono gli unici mezzi efficaci per proteggere le proprie arterie dall’aterosclerosi e la dieta risulta un prezioso alleato.

Il trattamento dietetico si basa essenzialmente sul rispetto di alcune regole classiche della dieta mediterranea: 

  • preferire gli oli vegetali ai grassi animali: in particolare è buona norma consumare prevalentemente olio di oliva riducendo l’utilizzo in cucina di burro ed oli tropicali (di palma, di cocco ecc.). È inoltre importante diminuire drasticamente il consumo di margarina e degli alimenti che la contengono (prodotti da forno e dolciumi);


  • aumentare il consumo di alimenti vegetali: frutta e verdura possono essere consumate liberamente in relazione ai gusti e alle preferenze individuali. Si raccomanda comunque di non eccedere con il consumo di frutta secca e zuccherina (banane mature, fichi, uva);


  • la carne non deve essere eliminata dalla propria dieta. Si consiglia tuttavia di preferire i tagli magri dando la precedenza a pollo, tacchino e coniglio. Il consumo di una o due porzioni settimanali di uova, carne di manzo o di maiale è salutisticamente accettabile;


  • aumentare il consumo di legumi;


  • consumare almeno tre porzioni alla settimana di pesce;


  • limitare il consumo di zuccheri semplici contenuti in dolci, merendine, bibite zuccherate e snack;


  • non esagerare con il sale;


  • limitare il consumo di alcolici: non bere più di un quarto di vino, mezzo litro di birra, o due bicchierini al giorno (per le donne o uomini molto esili le quantità vanno dimezzate);


  • limitare le porzioni evitando gli eccessi.

Lascia un commento