fbpx
Dieta e stagione fredda
Durante i mesi freddi difendiamoci con lo zinco
A tavola le dimensioni contano. La misura e il colore del piatto possono aiutare
Arrow
Arrow
Slider

SUPERFOOD PER DIMAGRIRE?

Sempre più noti, i superfood, cioè alimenti con proprietà particolari, sono spesso pubblicizzati anche per le loro virtù dimagranti. Ma questo non sempre corrisponde al vero. Scopriamo quelli che hanno un reale effetto sul peso e quelli che invece…

L’estate è vicina e il conto alla rovescia per la prova costume è iniziato. Vengono pubblicizzati sempre nuovi rimedi per liberarsi dei chili di troppo, in poco tempo e poca fatica; ultimamente, spopola l’utilizzo dei cosiddetti superfood. Di che cosa si tratta? Sono alimenti che hanno un contenuto di principi nutritivi superiori alla media; fanno bene alla salute, questo è certo, ma che aiutano a perdere peso non è così scontato. Scopriamo quanto c’è di vero.

8 superfood: quali hanno un reale effetto sul peso?

Tè macha (no)

Questo superfood è utilizzato soprattutto in Giappone, divetato famoso a livello mondiale grazie alle celebrità di Hollywood, è una variante del tè verde, ma con potere antiossidante dieci volte maggiore per l’alto contenuto di polifenoli. Per questo motivo ha effetto anti-age e, contemporaneamente, combatte l’ossidazione dei grassi, riducendo i livelli di colesterolo “cattivo” a favore di quello “buono”. Ha proprietà drenanti e depurative, molto utili in questa stagione, ma non è il tè più efficace come aiuto per perdere peso: il tè rosso, ad esempio, è più indicato perché accelera maggiormente il metabolismo.

Maca (no)

Conosciuta anche come “ginseng peruviano”, è una pianta spontanea che cresce a 3-4000 metri di altitudine sulle Ande. Famoso afrodisiaco, ha numerose proprietà nutritive perché ricco di vitamine, soprattutto del gruppo B, e minerali come zinco, ferro, magnesio e potassio. Energizzante e tonificante, è noto anche il suo effetto antistress; riduce il senso di fatica e quello della fame, soprattutto nervosa. L’alto contenuto di iodio fa si che stimoli anche la funzionalità della tiroide che, quando è pigra, rallenta il metabolismo; di per sé però non ha vere e proprie proprietà dimagranti.

Caffè verde (no)

Diventato quasi una moda, è uno dei tanti ingredienti alla base di prodotti dimagranti. Il caffè verde in realtà non è che normalissimo caffè, utilizzato però a crudo; non essendo tostato, mantiene intatte alcune proprietà che i chicchi perdono con la torrefazione, ad esempio contiene più antiossidanti, ma al massimo ha un leggero effetto stimolante sul metabolismo, come tutte le bevande eccitanti. Anche l’Efsa (Autorità europea per la sicurezza alimentare) ha analizzato dati sul possibile effetto dimagrante del caffè verde, concludendo che non esiste una reale efficacia dimostrata.

Bacche di acai (si e no)

Frutto di una palma tipica delle regioni amazzoniche, le bacche di acai sono simili ai nostri mirtilli. È un superfood ricco di antociani, potenti antiossidanti, combatte i radicali liberi responsabili dell’invecchiamento e migliora la circolazione, proteggendo cuore e vasi sanguigni. Diversi studi dimostrano che le bacche di acai riducono gli effetti negativi dei cibi troppo ricchi di grassi, abbassando livelli di colesterolo, in particolare quello Hdl, cosiddetto “cattivo”. Abbondano anche di fibre, saziano e aiutano il transito intestinale, oltre a combattere la ritenzione di liquidi. Sono quindi d’aiuto per chi vuole tenere sotto controllo il peso, ma non più dei frutti di bosco italiani.

Alghe (si)

Ne esistono migliaia di varietà, ognuna con diverse caratteristiche, con, in generale, effetto antiossidante e disintossicante per fegato e reni. Contengono vitamine e minerali importanti come calcio, magnesio, potassio, ferro e selenio, utile per la corretta funzionalità della tiroide. Possono essere d’acqua dolce o salmastra: queste ultime sono naturalmente più ricche di iodio. Le più indicate quando si vuole perdere peso sono l’alga Kombu, che riduce il senso di fame, Wakame, che aiuta a sciogliere accumuli di grasso, Fucus, che stimola il metabolismo, e la Spirulina.

Semi di chia (si)

Originari del Messico, questi piccoli semi sono un vero concentrato di salute: proteine, minerali (soprattutto calcio, ferro, fosforo e magnesio), vitamine, comprese quelle del gruppo B (soprattutto la B12, carente in chi segue un’alimentazione vegana), acidi grassi essenziali come omega 3 e omega 6, antiossidanti che contrastano i radicali liberi, fibre che migliorano l’attività intestinale. Stimolano il metabolismo e limitano l’assorbimento nel sangue degli zuccheri, combattendo l’accumulo del peso; contengono anche triptofano, aminoacido precursore della serotonina, ormone che regola l’umore ma anche l’appetito.

Zenzero (si)

Ingrediente famoso della medicina ayurvedica, è un vero e proprio alleato del nostro benessere per le sue molteplici proprietà. Il gingerolo, il suo principio attivo, è un naturale antinfiammatorio: è consigliato in caso di reflusso e colite, aiuta la digestione, è un ottimo rimedio per la nausea, anche in caso di mal d’auto e di mare. È utile anche quando si vuole perdere peso perché, come molte spezie; accelera il metabolismo permettendo di bruciare più grassi e calorie. Ha inoltre effetto drenante, favorendo l’eliminazione dei liquidi in eccesso, e combatte i gonfiori, riducendo la circonferenza addominale.

Moringa (si)

Si tratta di un albero diffuso soprattutto in Sud America, da cui si ricava una polvere che, per l’elevato concentrato di sostanze nutritive, sta entrando di diritto nel novero dei superfood: contiene tutti gli aminoacidi essenziali, vitamine, importanti minerali come potassio e calcio e numerosi antiossidanti, grazie ai quali ha effetto anti-age. Accelera il metabolismo, riduce l’appetito, aiuta a eliminare il gonfiore addominale e ha anche un effetto detox, simile a quello del tè verde. Utilizzato nell’ayurveda, inizia a farsi conoscere anche tra la comunità scientifica moderna.