fbpx
L’impatto della nutrizione di precisione sul diabete
L’impatto della nutrizione di precisione sul diabete
 Le raccomandazioni nutrizionali dell’American Heart Association
 Le raccomandazioni nutrizionali dell’American Heart Association
10 porzioni di frutta e verdura al giorno per allungare la vita
10 porzioni di frutta e verdura al giorno per allungare la vita
30707016_10156301888199287_1493183837591568384_n
previous arrow
next arrow

OLIO D’OLIVA: ALLEATO CONTRO LA SINDROME METABOLICA

Curarsi a tavola. Non è un eccesso. Un recente studio condotto da ricercatori spagnoli e pubblicato sul Canadian Medical Association Journal ha confermato gli effetti dell’olio d’oliva nel contrastare la sindrome metabolica, condizione caratterizzata da diversi fattori di rischio – obesità, ipertensione, diabete, colesterolo alto (ipercolesterolemia) – molti dei quali legati a cattivi stili di vita.

Si tratta di un insieme di fattori che favoriscono lo sviluppo della patologia cardio-cerebrovascolare e quindi infarto del miocardio e ictus cerebrali, la maggior causa di morte nel mondo occidentale.

L’olio d’oliva possiede numerosi effetti positivi grazie alla presenza dei cosiddetti acidi grassi polinsaturi. È questa la marcia in più rispetto ad altri grassi usati in cucina, come burro o margarina.

I grassi animali tendono a incrementare i valori di colesterolo nel sangue e a depositarsi sulle pareti delle arterie contribuendo al fenomeno dell’aterosclerosi, i grassi polinsaturi, se ben conservati, tendono invece a ridurre il livello di colesterolo circolante con ovvi effetti benefici.

L’olio, un toccasana per la circolazione

Gli studi confermano gli effetti antiossidanti dell’olio d’oliva: la dieta mediterranea caratterizzata da olio di oliva, mandorle e noci ricche di omega 3, poco vino ricco di polifenoli e antiossidanti, carboidrati complessi, molta verdura e pochi grassi animali è la dieta migliore nel prevenire le malattie cardiovascolari.

Ma quanto olio consumare?

Il contenuto di olio nella dieta varia a seconda delle esigenze della persona. In caso di presenza di sovrappeso o obesità il trattamento dietetico dovrebbe essere ipocalorico, quindi non bisogna esagerare con i grassi in genere. Normalmente si consigliano dai 10 ai 30 grammi di olio al giorno pari a 2-6 cucchiaini. Meglio se olio di oliva extravergine e meglio a crudo.

Lascia un commento