fbpx
10 porzioni di frutta e verdura al giorno per allungare la vita
10 porzioni di frutta e verdura al giorno per allungare la vita
La dieta mediterranea a confronto con la dieta atlantica
La dieta mediterranea a confronto con la dieta atlantica
La dieta mima-digiuno nella prevenzione dell’invecchiamento
La dieta mima-digiuno nella prevenzione dell’invecchiamento
30707016_10156301888199287_1493183837591568384_n
previous arrow
next arrow

Caffeina: acuisce la mente ma meno efficace contro la sonnolenza

Una nuova ricerca sugli effetti della caffeina, commissionata dalle forze armate australiane, ha confermato quello che gli amanti del caffè o del hanno sempre saputo, ma con un sorprendente risvolto: dopo privazione del sonno una “botta” di caffeina acuisce la mente e riduce significativamente il tasso di errori, ma è poco efficace nel ridurre la sonnolenza. Lo studio è stato condotto dallo Sleep Research Centre dell’University of South Australia e dalla Monash University di Melbourne.

L’efficacia della caffeina è stata sperimentata come misura contro la stanchezza cognitiva, un tipo di affaticamento cruciale per chi opera veicoli o macchinari. I militari sottoposti agli esperimenti sono stati tenuti svegli per 50 ore e poi hanno dovuto guidare in 15 occasioni un veicolo simulato, ogni volta per 40 minuti. A metà di loro è stata somministrata caffeina in gomma da masticare e agli altri un placebo senza caffeina. È stata usata gomma da masticare perché la caffeina impiegava solo 10 minuti per essere assorbita dal cervello e l’effetto durava circa 40 minuti. Nel caffè come bevanda invece la caffeina impiega fra 30 e 90 minuti per essere assorbita dal cervello e la durata dell’effetto è imprevedibile. Per misurare la sonnolenza, i partecipanti indossavano occhiali muniti di sensori per registrare il tasso con cui battevano gli occhi.

Veniva anche registrata la capacità di restare in corsia e le variazioni di velocità. Il gruppo che aveva assunto caffeina ha dimostrato un tasso di errori di guida molto minore del gruppo placebo, nonostante entrambi i gruppi sentissero sonnolenza crescente con passare del tempo.

Lascia un commento