fbpx
L’impatto della nutrizione di precisione sul diabete
L’impatto della nutrizione di precisione sul diabete
 Le raccomandazioni nutrizionali dell’American Heart Association
 Le raccomandazioni nutrizionali dell’American Heart Association
10 porzioni di frutta e verdura al giorno per allungare la vita
10 porzioni di frutta e verdura al giorno per allungare la vita
30707016_10156301888199287_1493183837591568384_n
previous arrow
next arrow

Come si influenza l’appetito con l’esercizio fisico e le alte temperature

L’esercizio fisico acuto in genere sposta l’ambiente ormonale verso la soppressione dell’appetito durante e per circa 30 minuti dopo l’esercizio ed è associato a variazioni in diversi ormoni che regolano l’appetito.

Mentre i cambiamenti ormonali non sono sempre rilevati dopo l’esercizio fisico acuto, diminuisce le concentrazioni dell’ormone stimolante l’appetito grelina, e aumentano gli ormoni che sopprimono l’appetito tra cui il peptide YY (PYY) e il glucagon-like peptide 1 (GLP-1) che è un ormone prodotto dall’intestino che stimola la secrezione di insulina e inibisce la secrezione di glucagone da parte del pancreas.

TEMPERATURE E APPETITO

Anche senza sforzo fisico i cambiamenti climatici inducono modificazione di questi ormoni. L’esposizione acuta (30–100 min) al freddo (2–6 °C) riduce la leptinaplasmatica e aumenta i livelli di grelina plasmatica. Mentre è stato segnalato che l’esposizione acuta (30-100 min) al calore (30–31 °C) riduce i livelli plasmatici di grelina.

Non è chiaro come l’interazione tra esercizio fisico e temperatura ambiente influisca sull’appetito e sull’assunzione di energia. Alcuni studi suggeriscono che l’appetito è ridotto e le risposte ormonali associate alla soppressione dell’appetito sono aumentate con una temperatura ambiente più elevata, mentre l’inverso è stato visto con temperatura ambientali inferiori.

APPETITO ED ATTIVITÀ ALL’APERTO

Non sono molti gli studi che valutano come l’esercizio fisico e le temperature variabili influenzino l’appetito e l’assunzione energetica, questo può essere importante per coloro che praticano sport all’aperto e in tutti quei contesti operativi che richiedono uno sforzo fisico all’aperto prolungato.

Nel personale militare, ad esempio, la perdita di peso corporeo, durante l’addestramento sul campo e durante le operazioni schierate, non è rara anche quando il cibo è abbondante.

L’ANORESSIA VOLONTARIA

“Questa “anoressia volontaria” a volte può provocare una rapida perdita di peso che può superare il 10% del peso corporeo iniziale e portare alla soppressione della funzione immunitaria e alla riduzione delle prestazioni fisiche e cognitive.” Spiega la dottoressa Barbara Paolini, che indica: “Sebbene questa “anoressia volontaria” sia spesso spiegata da una non gradita appetibilità del cibo, tempo insufficiente per mangiare e preparazione del cibo scomoda o lunga, è possibile che l’anoressia volontaria nel personale militare sia anche mediata da risposte ormonali e dalle temperature.”

APPETITO ED ASSUNZIONE DI ENERGIA

A causa della temperatura il senso di fame e l’assunzione di energia cambiano. Ecco, in sintesi, come:

  • l’esercizio fisico al caldo e al freddo provoca sensazioni di appetito significativamente diverse – l’appetito soggettivo è significativamente più basso quando ci si allena al caldo rispetto al freddo
  • la temperatura ambiente influisce sull’assunzione energetica che aumenta al diminuire della temperatura ambiente e viceversa
  • l’assunzione di energia relativa (assunzione di energia totale per 24 ore meno 24 ore di dispendio energetico) è maggiore durante la condizione sedentaria rispetto a qualsiasi condizione attiva

Lascia un commento